A trent’anni dalla morte e novanta dalla nascita dello scrittore, Bra ha intitolato la biblioteca civica al concittadino “Giovanni Arpino”. Alla cerimonia svoltasi sabato 18 marzo 2017 nella struttura di via Guala, 45 hanno partecipato la vedova Catterina Brero e il figlio Tommaso Arpino che tutt’oggi vivono in città.

Sono intervenuti il sindaco di Bra, Bruna Sibille, l’assessore alla Cultura Fabio Bailo con l’assessore all’istruzione Gianni Fogliato: hanno sottolineato come questa intitolazione sia un segno da parte dell’Amministrazione comunale di Bra di riconoscenza per le parole che l’autore ha dedicato alla città in tanti dei suoi scritti e per un legame che mai si è interrotto negli anni. Lo scrittore Pier Luigi Berbotto, amico di Arpino, ha ricordato, con alcuni aneddoti pieni di stima e di affetto, la figura professionale e personale di Arpino anche nella sua dimensione “domestica a familiare, quella più vera”.

 

Biblioteca civica "Giovanni Arpino"

In rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio di Bra, che sostiene il programma del Comune “Un anno con Giovanni Arpino” dedicato alla memoria dello scrittore nel duplice anniversario che cade nel 2017, ha preso parola il professor Adalberto Bianchi per un plauso alle molte attività che la biblioteca civica organizza per bambini e ragazzi. Con il taglio del nastro (presente anche il parlamentare Mino Taricco), è stato anche inaugurato il nuovo allestimento della sala adulti della biblioteca che passa ad un sistema di scaffalatura aperta che consente ai lettori di accedere direttamente ai libri da prendere in prestito. La riorganizzazione degli spazi e la disposizione degli scaffali recentemente rinnovata, ha consentito di realizzare anche una ventina di postazione studio in più. Fino al 27 maggio, inoltre, sarà allestita nell’atrio della biblioteca una mostra di ex libris dal titolo “Alice nel paese dei libri” realizzata a cura dell’associazione “Il bosco stregato” di Bosia con la collaborazione degli studenti del liceo “Giolitti-Gandino” di Bra che durante la cerimonia di sabato sono stati premiati.

Credito Foto: Luciano Cravero

Info: Città di Bra – Biblioteca civica
biblioteca@comune.bra.cn.it - tel. 0172.413049

In evidenza

  • Le ultime notizie

    Linea diretta con il Palazzo comunale.  

  • Le date dei concorsi per i posti da Dirigente

    Definite nella seduta del 21 febbraio 2017 delle relative Commissioni, le date della preselezione, delle prove scritte ed orali dei concorsi per i posti di Dirigente della Ripartizione dei Servizi alla persona e della Ripartizione Finanziaria comunale. Le date ed i dettagli.

  • ZTL centro storico: i moduli per l'accesso

    Stanno per partire i controlli mediante telecamere dei varchi di accesso alla Ztl del centro storico. Residenti, titolari di posti auto, lavoratori ed altri soggetti che secondo la relativa ordinanza possono accedere all'rea, dovranno comunicare al comando di Polizia municipale i dati dei propri veicoli. I moduli per richiedere l'accesso.

  • Carta S.I.A.: moduli

    Un sostegno concreto e tangibile per chi è più in difficoltà, a fronte dell’adesione ad un progetto di attivazione sociale e lavorativo. Dal 2 settembre sarà possibile ritirare agli sportelli della ripartizione socio-scolastica comunale (piazza Caduti libertà 18) i moduli per richiedere la carta S.I.A., acronimo di “Sostegno per l’inclusione attiva”, che consente a coloro che hanno un indicatore Isee inferiore a tremila euro di ricevere una carta di pagamento per acquisti in negozi, farmacie e supermercati o negli uffici postali per pagare le bollette elettriche o del gas devono essere consegnati allo sportello della ripartizione socio-scolastica in piazza Caduti della Libertà 18 nei seguenti orari: lunedì, mercoledì e venerdì: 8:30-12:45; martedì e giovedì: 15-16; sabato: 10-12. . Le pagine.

  • Obbligo di pulizia di fossi e strade private

    Un'ordinanza comunale impone la pulizia di fossi e strade private ai proprietari di edifici e terreni prospicenti strade comunali o vicinali. Il motivo: impedire il ristagno di acqua sulla strada e il regolare deflusso. La sanzione può arrivare fino a 500 euro. La notizia. L'ordinanza.

  • Figli di immigrati: le condizioni per chiedere la cittadinanza italiana

    Anche Bra ha aderito alla campagna nazionale dell'Anci, l'associazione nazionale dei comuni italiani, “18 anni in Comune!”. L'iniziativa vuole essere un’opportunità in più offerta alle seconde generazioni delle famiglie di stranieri che, al compimento del diciottesimo anno di età possono, nell’attuale sistema normativo, diventare a tutti gli effetti cittadini italiani. Requisiti: essere nati in Italia e aver risieduto nel Belpaese continuativamente sino ai 18 anni. La domanda può essere presentata prima del compimento del diciannovesimo anno d'età. La pagina e la guida.     

  • Ricerche anagrafiche storiche

    Una operazione partecipata di implementazione delle banche date storiche dei movimenti demografici della città. Utilizzando il servizio “ArchiviPopolazione” si ha la possibilità di accedere ad un sistema di di crediti che permette di rendere consultabili i dati nella misura in cui si contribuisce ad alimentare la banca dati storica dei dati sulla popolazione. Vai alla pagina.