Crowdfunding civico

Notizie Home

17 squadre partecipanti, 60 iscritti tutti in maglietta gialla e il record per la partecipante più giovane, una bimba di 6 mesi. E’ positivo il bilancio della prima caccia al tesoro fotografica “Bra in un click” organizzata dal Museo del Giocattolo e svoltasi in città lo scorso sabato.

Sono passati 72 anni dalla nascita della Repubblica italiana, a seguito del referendum istituzionale a suffragio universale attraverso cui i cittadini scelsero, nel 1946, la forma di governo da dare al Paese in seguito alla caduta del fascismo. Una ricorrenza importante di carattere nazionale, che la Città di Bra celebra con una serie di iniziative, organizzate in collaborazione con realtà del territorio.

E’ già un successo la diciannovesima edizione del Salone del Libro per Ragazzi di Bra inaugurata lunedì 22 maggio 2018 e in programma in città fino a domenica 27. Nei primi giorni dell’evento dedicato alla lettura e al meglio dell’editoria under 16, migliaia di giovani visitatori hanno sfogliato i titoli in mostra mercato al Movicentro, partecipato alle tante proposte laboratoriali -più di 60 ogni giorno-, assistito a spettacoli e visitato mostre e musei, accompagnati da un festoso trenino.

Prosegue la rassegna concertistica di primavera dell’Istituto civico musicale “Gandino” di Bra. Nell’ambito dei “Concerti a Santa Chiara”, due appuntamenti serali nel coro della chiesa capolavoro del barocco piemontese porteranno in scena il talento di giovani artisti: martedì 29 maggio 2018 è in programma l’”Alberto Marchisio Recital”, concerto a cura delle classi di pianoforte e sassofono, mentre mercoledì 30 maggio sarà la volta di “Prospettive sul Romanticismo”, ovvero musiche di Schumann, Liszt e Chopin eseguite da Serena Persia e Marco Tempesti al pianoforte e dal Trio Chopin (Fabrizio Berto al violino, Chiara Sardo al violoncello e Marco Tempesti al pianoforte), in collaborazione con la classe FFM del professor Andrea Stefenell.

Due importanti cantieri stradali che interessano e interesseranno nei prossimi mesi strade limitrofe al territorio di Bra (in particolare sulla salita Bergoglio e sulla provinciale 7 per accesso all’ospedale di Verduno) hanno e avranno ripercussioni sulla viabilità cittadina. Pertanto, il Comune di Bra ha deciso di disattivare temporaneamente il semaforo all’incrocio tra via Cuneo e via IV Novembre in modo da rendere più fluida la circolazione ed evitare lo stop delle auto in attesa del verde. E’ stato anche rinviato temporaneamente un intervento sui sottoservizi di via Piave che avrebbe richiesto la chiusura della strada con ulteriori disagi nei collegamenti interni alla città. Contestualmente, insieme al sindaco di Cherasco, il primo cittadino braidese, Bruna Sibille, ha inviato una lettera al presidente dell’Asti-Cuneo, Giovanni Quaglia, per chiedere la sospensione temporanea del pagamento del pedaggio sul tratto autostradale dell’Asti Cuneo con particolare riferimento ai mezzi pesanti in transito. Tale richiesta viene motivata dalla necessità di incentivare i viaggiatori ad utilizzare i percorsi alternativi più scorrevoli lungo le direttrici penalizzate dai cantieri intorno al nodo di Alba e di Bra-Cherasco.

La situazione della viabilità sul territorio viene costantemente monitorata dai competenti uffici comunali in rete con gli altri enti coinvolti, con particolare attenzione ai disagi che possono verificarsi per gli automobilisti e i cittadini braidesi per il riflesso di due importanti e attesi interventi in ambito viario, che pur non insistendo sul territorio della città di Bra, rivestono grande rilevanza per il complesso della viabilità da e per la città. 


Info: Città di Bra – Ufficio stampa e relazioni con il pubblico
tel. 0172.438278 – urp@comune.bra.cn.it