Partirà ad inizio novembre il nuovo sistema di raccolta rifiuti della Città di Bra. Attivate nei mesi scorsi le procedure di sensibilizzazione ed informazione nei riguardi degli operatori professionali e delle famiglie, è iniziata in questi giorni la distribuzione nel centro storico dei contenitori per il servizio “porta a porta”, che si propone di migliorare ulteriormente i risultati ottenuti in questi anni nella promozione della raccolta differenziata. Il nuovo servizio non partirà sull'intero territorio comunale, visto che la città è stata suddivisa in aree diverse che avranno modalità e attivazioni distinte nel corso del tempo. Le novità interesseranno in primo luogo i residenti nel centro storico (via Vittorio Emanuele, via Umberto, via Audisio, corso Garibaldi, piazza XX Settembre, piazza Roma, via Ospedale, via Craveri, via Serra, via Vittorio Veneto, via G.B. Gandino, via Trento e Trieste) che hanno ricevuto in questi giorni i contenitori bianchi per la raccolta della carta, gialli per la plastica e secchielli verdi per il vetro. Questi rifiuti saranno raccolti in giornate prestabilite, mentre i rifiuti solidi urbani saranno anch'essi raccolti porta a porta, permettendo così di eliminare i cassonetti stradali. Per i condomini, la novità di piccoli cassonetti che saranno messi all'esterno dei palazzi solo il giorno di raccolta, evitando, anche in questo caso, l'ingombrante presenza lungo le vie dei punti di conferimento.
Dal mese di dicembre toccherà poi al quartiere Bescurone, all'area di via Gorizia e la parte ovest di viale Risorgimento. Per loro un'ulteriore novità. Oltre alla tipologia di rifiuti differenziati raccolti nel centro storico con le medesime modalità (sacchi gialli per la plastica e bianchi per la carta), in questo quartiere “pilota” sarà raccolto il vetro con le classiche campane verdi stradali e la parte umida dei rifiuti (bucce, scarti di cucina, materiale organico e così via), consegnando ad ogni famiglia una “biopattumiera” e la sistemazione di speciali contenitori di colore marrone in ogni condominio. Con il nuovo anno toccherà anche all'Oltreferrovia, mentre a febbraio inizierà il nuovo sistema di raccolta a Madonna Fiori, in via Torino, in via San Michele, via Sartori e viale Costituzione, oltre che nella frazione Bandito. Ultimi a partire, nel marzo del 2005, saranno Pollenzo, via Isonzo, via San Giovanni Lontano, via Cherasco, strada Montenero e strada Montepulciano. Nei prossimi giorni sarà emessa un'ordinanza che vieterà e sanzionerà i comportamenti non corretti dei cittadini, informati del nuovo sistema di raccolta con una comunicazione che ha raggiunto via posta i residenti interessati dai provvedimenti. Inoltre, al comando di Polizia municipale è in fase di elaborazione un'ordinanza per regolamentare il piano di spazzamento delle strade a seguito delle novità introdotte dal nuovo appalto vinto dall'associazione temporanea di impresa tra la Sea e la Bra Servizi.
Per garantire una adeguata copertura informativa sulle novità che saranno introdotte, è stata incaricata la Cooperativa Erica di Alba di seguire tutte le attività di comunicazione, tanto che in questi giorni, durante la consegna dei cassonetti e dei kit per lo svolgimento della raccolta differenziata nel centro storico, personale Erica sta affiancando quello di Sea-Bra Servizi per fornire le delucidazioni del caso sul nuovo servizio. Infine, venerdì, giorno di mercato, proseguirà l'attività dei punti informativi nella centralissima via Cavour per rispondere direttamente alle domande ed alle curiosità dei cittadini. Domande che possono essere rivolte anche telefonicamente al numero verde gratuito 800.218005 dove, dal lunedì al sabato in orario 8-14, sarà possibile ottenere tutte le informazioni del caso sul nuovo sistema di raccolta rifiuti.
Per dare il massimo risalto all'iniziativa, sono già stati affissi in città numerosi manifesti e posizionati totem che riportano lo slogan utilizzato per la campagna (“Per separare non è mai troppo tardi”) che richiama idealmente i contenuti della precedente (“Separando s'impara”), grazie alla quale la percentuale di differenziata in città è salita negli anni scorsi di oltre venti punti percentuali. Con la nuova campagna, che in questi giorni sarà rafforzata da striscioni stradali che copriranno le aree di maggior passaggio, si è posto l'obiettivo di giungere al 35%, requisito minimo previsto dalla legge quadro in materia (il Decreto Ronchi) per non incorrere in sanzioni che si rifletterebbero gioforza sull'importo della tassa rifiuti. In ultimo, mercoledì 20 e venerdì 22 ottobre si concluderà al Centro Polifunzionale Culturale “Giovanni Arpino” di largo Resistenza il ciclo di incontri pubblici riservati ai cittadini per illustrare al meglio l'iniziativa. (rg)