La Rappresentanza dei Sindaci dell’ASL n. 18 “Alba/Bra”, unitamente al Presidente e al Vice Presidente della Conferenza dei Sindaci e alla Direzione Generale dell’Azienda, si sono riuniti il giorno 4 luglio 2005 per un approfondito esame della situazione dell’appalto dei lavori del nuovo Ospedale unico di Verduno.
Nel corso dell’incontro è stata ribadita unanimemente la volontà di tutte le Amministrazioni Locali di portare a termine celermente le operazioni di appalto per l’assegnazione dei lavori. A fronte, poi, delle notizie di stampa sui ritardi nell’acquisizione del parere tecnico del Nucleo di Valutazione sugli investimenti in Sanità del Ministero della Salute sul finanziamento statale dei fondi ex art. 20 della Legge n. 67/88, tutti i Sindaci partecipanti all’incontro hanno precisato che già da tempo i primi cittadini si sono fatti parte attiva per sollecitare l’intervento dei Parlamentari della zona affinché il Ministero della Salute convochi al più presto tale Organo tecnico.
E proprio in tal senso la Direzione Generale dell’ASL 18 ha potuto confermare un contatto diretto dei Parlamentari della zona con il Ministro Storace, il quale si è personalmente impegnato, convocando i Dirigenti ministeriali competenti, affinché le procedure per l’adozione del Decreto Ministeriale di “sblocco” dei fondi siano concluse al più presto.
I Sindaci della Rappresentanza e della Conferenza si sono dichiarati ben consapevoli, senza necessità di ulteriori sollecitazioni, della fondamentale importanza di “chiudere” velocemente la vicenda dell’appalto dei lavori del nuovo ospedale unico di Verduno, struttura fondamentale per lo sviluppo sanitario di Alba, di Bra e di tutto il territorio della Langa e del Roero.
Il Presidente della Rappresentanza ha, inoltre, formalmente richiesto alla Direzione Generale dell’ASL, che in tal senso si è impegnata per il tramite del Responsabile del Procedimento del nuovo Ospedale, di provvedere alla richiesta di convocazione del Collegio di Vigilanza, organismo costituito presso la Presidenza della Giunta Regionale e i in cui sono rappresentati oltre alla Regione stessa sia l’ASL 18 che la Provincia di Cuneo (oltre ai Comuni di Alba, Bra e Verduno) e che deve appunto sovrintendere all’iter procedurale per la realizzazione dell’Ospedale di Verduno, fissato con l’Accordo di Programma del 4 agosto 2003.
Nell’attesa delle imminenti notizie dal Ministero della Salute sulla data della seduta del Nucleo di Valutazione ministeriale e che in ogni caso dovrebbe aver luogo entro il mese di Luglio, tutti i soggetti presenti all’incontro odierno hanno espresso la concorde volontà, anche per la forte incidenza del progetto dell’Ospedale unico di Verduno sugli atti di programmazione sanitaria regionale, di investire di tale problema l’Assessore Regionale alla Salute Mario Valpreda.