Saranno i proprietari degli appezzamenti di terreno e delle abitazioni a dover provvedere a Bra alla pulizia dall'erba di ripe, fossi, scarpate in strada San Michele, Strada Gandini, strada Tetti Bona, strada Bersaglio, strada Cuco, strada del Duca, strada Fey, strada Tanaro, via Sant'Ignazio, via Piroletto, via Cuneo, via Balau, strada Terlapini, strada Biola, strada Vecchia Torino, strada Gerbido, strada Molini, strada Montepulciano, strada Montelupa, strada Montepulciano di Mezzogiorno. Lo stabilisce un'ordinanza emessa in questi giorni dal dirigente della Ripartizione Lavori pubblcii comunale, l'archettetto Giovanni Galletto per dirimere la competenza alla pulizia delle sponde stradali su fondi privati. Il provvedimento obbliga ad “eseguire la pulizia dei fondi laterali alle strade da siepi, arbusti spontanei e alberi affinché le fronde non occupino le carreggiate stradali ed i marciapiedi, non nascondano la segnaletica stradale o ne rendano difficoltosa la leggibilità e che per causa e per effetto di intemperie i rami degli alberi dimorati nei terreni laterali alle strade non si abbattano sul piano viario”. La sanzione per l'inosservanza dell'ordinanza è quantificata tra i 200 ed i 400 euro, precisando che dovranno essere pulite dalle erbe infestanti “le ripe, i fossi e le scarpate laterali alle strade da tutta la vegetazione spontanea, al fine di evitare disagi e pericoli per la circolazione stradale”. (rg)