Incontro questa mattina, martedì 7 giugno 2005, in Palazzo municipale a Bra tra la Giunta comunale e il consigliere regionale Franco Guida, predecessore di Camillo Scimone nella carica di primo cittadino della città della Zizzola. Nel corso dell'incontro sono stati affrontati alcuni temi legati alle istanze che l'Amministrazione civica braidese presenterà alla Regione Piemonte, presso la quale il consigliere Guida (che è membro delle commissioni urbanistica, bilancio, sanità e cultura) ha assicurato sostegno e collaborazione. In particolare è stata approfondita la questione legata al superamento del passaggio a livello, il cui progetto redatto a cura del Comitato di frazione Oltreferrovia “deve essere approfondito in un incontro al quale dovranno intervenire anche l'assessore regionale Bruna Sibille e l'assessore provinciale Giuseppe Rosciano” - ha detto Guida, ritenendo “interessante” la soluzione proposta. Nel corso dell'incontro si è anche discusso del sistema sanitario e Guida ha chiesto al sindaco di voler invitare anche i rappresentanti cittadini presso la Regione, organo cui compete la programmazione e la gestione della sanità locale, al periodico incontro tra i capigruppo del Consiglio comunale braidese e i vertici dell'azienda sanitaria locale. Il consigliere Guida ha inoltre confermato il proprio impegno, attraverso interrogazioni e interventi nelle commissioni competenti, per migliorare la rete di trasporto sia ferroviario che su gomma nel braidese ma soprattutto per monitorare che non vi siano intoppi nella realizzazione dell'autostrada Asti-Cuneo.
Il sindaco di Bra Camillo Scimone ha dichiarato che “come avvenuto in precedenza con l'assessore regionale Sibille, dall'incontro di oggi con il consigliere Guida è emerso come sia importante creare sinergia di interventi tra amministrazioni che agiscono a diversi livelli istituzionali. Avere all'interno dell'Amministrazione regionale autorevoli personaggi della città che conoscono e vivono i nostri problemi, è senz'altro un'opportunità in più che abbiamo per cercare e trovare la collaborazione da parte della Regione”. (rg)